DISCORSO DI APERTURA DELL’ANNO GIUDIZIARIO 2019 DEL PRESIDENTE DELLA SEZIONE GIURISDIZIONALE DELLA CORTE DEI CONTI PER IL PIEMONTE, AVV. CINTHIA PINOTTI, CON PRESENTAZIONE DI FOROEUROPA.

  

Ringraziamo l’avv. Cinthia Pinotti, Presidente della Sezione giurisdizionale della Corte dei Conti per il Piemonte e nostro Vice Direttore, per avere acconsentito alla pubblicazione su Foroeuropa del suo discorso di inaugurazione dell’anno giudiziario 2019. Una vera e proprio “lectio magistralis”, che pone in giusta evidenza la genesi e il valore storico-sistematico del fondamentale diritto del cittadino ad una gestione corretta ed economicamente proficua delle pubbliche risorse e, quindi, ad un controllo obiettivo ed imparziale della stessa da parte del magistrato contabile, suo giudice naturale. Conseguente è la sintesi, chiara e puntuale, degli argomenti giuridico-istituzionali che hanno portato a definire la portata e l’estensione della nozione di “materie di contabilità pubblica”, a cui la Costituzione fa riferimento per identificare la giurisdizione della Corte dei conti. In questa preziosa ricostruzione dei principi di base trovano giusto spazio gli accenni critici alle difficoltà che la Corte dei conti deve affrontare nell’esercizio del suo mandato nei riguardi degli sprechi di denaro pubblico, a causa tanto della qualità della legislazione, spesso appesantita da sovrapposizioni, abrogazioni e correzioni, quanto dell’eterogeneità ed atipicità delle fonti che regolano l’azione amministrativa, per il crescente ricorso a circolari, decreti non regolamentari, linee guida ed atti di indirizzo. Ma il discorso si sofferma anche su aspetti positivi, alcuni dei quali potenziali, come nel caso dell’aumento degli istituti della democrazia deliberativa e partecipativa che prevedono forme di coinvolgimento dei cittadini, pur rendendo ancora più complesso il sindacato giudiziale. Certamente positivi per l’esercizio del duplice mandato di garanzia – controllo e giurisdizione – affidato alla Corte dei conti a tutela delle pubbliche sostanze sono, invece, le recenti interpretazioni in senso evolutivo del mandato stesso, opportunamente segnalate dalla Presidente Pinotti con riferimento alla pronuncia della Corte costituzionale del 14 febbraio u.s., che ha colto importanti aspetti di integrazione tra le due funzioni e all’ordinanza delle Sezioni Unite della Cassazione del 24 dicembre 2018, che ha riconosciuto la giurisdizione della Corte sull’impugnazione di un provvedimento di contestazione al tesoriere comunale di irregolarità nella gestione del servizio. Meritevoli di segnalazione sono anche le indicazioni di possibili modifiche migliorative del recente Codice della giurisdizione contabile, la cui proponibilità è stata di recente prorogata.

Segue il testo del discorso

Inaugurazione dell'anno giudiziario 2019. Relazione della Presidente Cinthia Pinotti.

 ISSN 2038-5161

Premio del Libro Europeo "Aldo Manuzio"