Task Force - NBTs: scienziati della Commissione sostengono la riforma della normativa UE sugli OGM a beneficio del gene editing 

Documentazione fornita da Coldiretti

 

 

A quasi quattro mesi dalla sentenza della Corte di Giustizia europea sulla controversa questione della mutagenesi e delle nuove tecniche di selezione vegetale (New Breeding Techniques, NBTs), il 13 novembre 2018, il gruppo di esperti scientifici (Group of Chief Scientific Advisors, GCSA) che assiste la Commissione europea, ha pubblicato un proprio parere scientifico sul tema del gene editing, nel quale afferma che la normativa dell’Unione europea dovrebbe essere rivista per consentire al materiale vegetale selezionato attraverso queste nuove tecnologie di essere più facilmente immesso sul mercato UE. Il parere scientifico del GCSA è disponibile in allegato, solo in lingua inglese.

Nello specifico, il GCSA “raccomanda di rivedere l’attuale direttiva OGM per adattarla alle attuali conoscenze scientifiche, in particolare per quanto riguarda gene editing ed altre tecniche consolidate di modificazione genetica. Ciò dovrebbe essere fatto nel rispetto delle rilevanti normative UE nel campo della sicurezza alimentare e della protezione ambientale”.

Inoltre, nella relazione del GCSA si legge che “l’impossibilità di distinguere tra mutazioni spontanee ed interventi umani potrebbe risultare un grande problema dal punto di vista normativo”. Proprio per questo motivo, il GCSA aggiunge che “non sarà possibile escludere che i prodotti ottenuti mediante mutagenesi diretta (tra cui il gene editing) possano entrare nel mercato UE senza essere rilevati”.

Pertanto, secondo il GCSA, a meno che non si riesca a migliorare l’ambito normativo UE sugli OGM, esiste il serio pericolo che l’UE possa rimanere arretrata in questo settore rispetto ad altri competitor internazionali, diminuendo inoltre la propria influenza nell’ambito dei dibattiti in corso a livello internazionale.

 

Leggi qui l'articolo della Commissione Europea: "Statement by the Group of Chief Scientific Advisors A Scientific Perspective on the Regulatory Status of Products Derived from Gene Editing and the Implications for the GMO Directive".