LE ISTITUZIONI, LE LEGGI E LA GIUSTIZIA A CONFRONTO CON LA REALTÀ NEI DISCORSI DEL MAGISTRATO PIERA MAGGI, PRESIDENTE DELLA SEZIONE GIURISDIZIONALE DELLA CORTE DEI CONTI PER IL LAZIO.

 

I discorsi della Presidente Maggi che pubblichiamo, ringraziandola per avercelo consentito, sono: le Relazioni dedicate all’inaugurazione dell’Anno giudiziario, rispettivamente per il 2017 e per il 2018, il messaggio rivolto ai neo-referendari della Corte dei conti il 15 giugno 2017 e l’intervento al Seminario sul nuovo Codice di giustizia contabile, tenutosi presso la sede la Corte stessa il 2 marzo 2018. 

Ciò che colpisce maggiormente nella lettura di questi discorsi è un approccio del tutto insolito ed interessantissimo all’analisi delle cose della giustizia.

Esse non sono viste soltanto come un effetto speculare e ineludibile della realtà esteriore delle Istituzioni, delle leggi  e dei comportamenti delle persone che operano nelle Istituzioni stesse, ma anche e soprattutto come un osservatorio attento e disincantato delle distorsioni che affliggono quelle realtà e delle relative cause. Sono cause che affondano le loro radici negli scompensi del mondo politico e nelle anomalie, anche di origine criminale, del tessuto socio-economico, come pure nel dilagare delle inculture: un mare inquieto, in cui è andato via via naufragando quello spirito di servizio che un tempo permeava di sé le Pubbliche Amministrazioni.

La Presidente Maggi non fa sconti a nessuno, ma, nello stesso tempo, i suoi discorsi hanno una finalità etica nobilissima: quella di coinvolgere il più possibile i cittadini nella conoscenza delle problematiche portate alla conoscenza dei giudici, per valutare tutti insieme come superare i tanti punti critici. E’ un messaggio di speranza rivolto soprattutto ai giovani, spesso presenti all’ascolto dei suoi discorsi, sui quali la Presidente Maggi confida per la ricerca di nuovi percorsi socio-culturali che rendano i risultati di giustizia validi ed efficaci, non solo per il riequilibrio dei rapporti intersoggettivi ma anche per la costruzione di una convivenza civile più equa e moralmente orientata verso un avvenire migliore. In questo spirito la Presidente Maggi si è rivolta ai giovani magistrati della Corte nell’illustrare agli stessi, avvalendosi anche di saggi riferimenti al pensiero di insigni maestri di vita, giuristi e non, i contenuti e i valori della funzione di giustizia in generale e della giurisdizione contabile in particolare, e nel consigliarli su come affrontarne non solo le tematiche tecnico-giuridiche ma anche il contesto umano e professionale, in cui essa viene esercitata.

 

Testi dei discorsi:

- Relazione per l’inaugurazione dell’anno giudiziario 2017 della Sezione;

- Relazione per l’inaugurazione dell’anno giudiziario 2018 della Sezione;

- Discorso ai neo-referendari della Corte dei Conti del 15 giugno 2017;

- Discorso al seminario della Corte dei conti in data 2 marzo 2018 sul nuovo Codice contabile.