PANDEMIA DI CORONAVIRUS: LA COMMISSIONE EUROPEA ACCORRE IN AIUTO DEGLI STATI MEMBRI E DELL’OCCUPAZIONE IN EUROPA.

Autore: Dott.ssa Laura De Rose, Vice Direttore Foroeuropa

 

Il 2 aprile 2020, la Commissione ha pubblicato la sua proposta per nuovo strumento di sostegno temporaneo per mitigare i rischi di disoccupazione in caso di emergenza (SURE). Questo nuovo strumento è volto ad aiutare a proteggere i lavori e i lavoratori colpiti dalla pandemia di coronavirus. Fornirà assistenza finanziaria, sotto forma di prestiti concessi a condizioni favorevoli dall'UE agli Stati membri, fino a € 100 miliardi in totale.

Questi prestiti aiuteranno gli Stati membri ad affrontare gli improvvisi aumenti di spesa pubblica per preservare l'occupazione. In particolare, questi prestiti aiuteranno gli Stati membri a coprire i costi direttamente correlati alla creazione o all'estensione di programmi nazionali di lavoro a tempo ridotto e ad altre misure analoghe messe in atto per i lavoratori autonomi in risposta all'attuale coronavirus pandemia.

Il relativo progetto di Regolamento sarà discusso quanto prima dal Consiglio dell’UE.

I prestiti dovranno essere sostenuti da un sistema di garanzie volontarie da parte degli Stati membri. Lo strumento inizierà a funzionare una volta che tutti gli Stati membri si saranno impegnati in questo senso.

Le prossime discussioni del Consiglio su questa proposta saranno quindi il banco di prova della solidarietà europea.

Informazioni dettagliate sulla proposta SURE possono trovarsi sul sito dell’UE, presso:

https://ec.europa.eu/commission/presscorner/detail/en/qanda_20_572

 

 

 

 

 

 ISSN 2038-5161

Premio del Libro Europeo "Aldo Manuzio"