Ordine europeo di indagine penale (OEI)

A cura di Laura De Rose

 

A partire dal 22 maggio 2017, l'acquisizione delle prove fra Stati Membri dell’Unione Europea nell'ambito dei procedimenti penali transfrontalieri sarà disciplinata da un nuovo strumento giuridico basato sul principio del riconoscimento reciproco: la Direttiva 2014/41/UE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 3 aprile 2014 relativa all’ordine europeo di indagine penale (disponibile qui: Directive on the European Investigation Order).

La Direttiva è pubblicata nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea del 1° maggio 2014.

L'art. 36 fissa al 22 maggio 2017 il termine ultimo per il recepimento della Direttiva da parte degli Stati membri.

Una nota riassuntiva del contenuto della Direttiva è disponibile sul sito del Senato:

https://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/17/DOSSIER/903851/index.html?stampa=si&part=dossier_dossier1-sezione_sezione35-h1_h124

 

Qui di seguito cliccando sul link si rimanda alla Direttiva 2014/41/UE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 3 aprile 2014 relativa all'Ordine europeo di indagine penale.