Quadro di valutazione UE della giustizia 2016: imparare gli uni dagli altri come migliorare l’efficacia dei sistemi giudiziari nazionali.

Informativa a cura di Laura De Rose

 

L’11 aprile scorso la Commissione Europea ha pubblicato l’edizione 2016 del “Quadro di valutazione UE della giustizia 2016: imparare gli uni dagli altri come migliorare l’efficacia dei sistemi giudiziari nazionali”.

A livello generale, si osservano miglioramenti per quando riguarda la durata dei contenziosi civili e commerciali, che decresce in vari Stati Membri, nonché relativamente all’accessibilità ‘online’ dei servizi giudiziari. Problematiche sono invece le notevoli differenze fra gli Stati Membri riguardo alle norme che regolano il funzionamento della giustizia, quali quelle relative alla gestione dell’arretrato o ai tempi massimi per le cause pendenti. Il quadro di valutazione per il 2016 fornisce anche i risultati di sondaggi nazionali sulla percezione dell’indipendenza della magistratura.

Tutti gli Stati Membri dell’Unione Europea sono stati valutati, in modo comparato, in queste aree fondamentali: efficienza dei sistemi giudiziari, qualità dei sistemi giudiziari,e indipendenza.

 

Maggiori informazioni possono trovarsi nel Comunicato Stampa della Commissione Europea: http://europa.eu/rapid/press-release_IP-16-1286_it.htm

Il testo integrale del documento è disponibile al seguente indirizzo: http://ec.europa.eu/justice/effective-justice/files/justice_scoreboard_2016_it.pdf