NEWS DI LUGLIO 2015

 

A cura di Caterina Aloi, Redazione Foroeuropa

 

STRASBURGO CONDANNA L’ITALIA, RICONOSCA LE UNIONI CIVILI

La Corte europea dei diritti umani ha stabilito che l'Italia deve introdurre il riconoscimento legale per le coppie dello stesso sesso.

A causa della violazione dei diritti di tre coppie omosessuali che avevano chiesto ai loro Comuni di fare le pubblicazioni per potersi sposare ma si sono viste rifiutare la possibilità, la Corte ha condannato l'Italia per violazione dell'articolo 8 della Convenzione dei diritti dell'uomo, quello sul "diritto al rispetto della vita familiare e privata". E ha stabilito che lo Stato dovrà versare ad ognuno dei ricorrenti 5 mila euro per danni morali.

La sentenza della Corte arriva dopo diverse determinazioni del Parlamento europeo in materia, l'ultima del 9 giugno 2015, quando ha approvato una relazione in cui si chiede di riconoscere i diritti delle famiglie gay di cui avevamo dato notizia nelle news di giugno.

Fonte: www.ansa.it

 

*********

 

AMBIENTE ED ENERGIA

A cura di Federica De Rose, Redazione Foroeuropa.

 

Da: http://www.greenews.info

17 luglio 2015

Enea e bioenergie.

Secondo il Il magazine ENEAinform@  in un prossimo futuro  l’energia elettrica potrebbe essere prodotta, in gran parte, da biogas ottenuto con paglia, microalghe e scarti agroindustriali: si tratta della bioenergia, cioè  l’energia prodotta dalle biomasse. È evidente il vantaggio di questa rivoluzione, che porterebbe ad una netta riduzione dei costi e dei tempi di produzione del biogas, abbatterebbe gli inquinanti e incrementerebbe le rese energetiche.

  

Da: http://agronotizie.imagelinenetwork.com

Bruxelles, 16 luglio 2015

Rifiuti: l’Italia ancora multata dall’Ue.

La colpa è la “solita” cattiva gestione dei rifiuti, in particolare da parte della Regione Campania. Questa “abitudine malsana” costa all’Italia altri 20 milioni di euro più una penalità di 120 mila euro per ogni giorno in cui tarderà a mettersi in regola. La Corte di Giustizia dell’Unione europea riferisce  che, tra  il 2010 e il 2011 nella Regione Campania  oltre all’accumulo per diversi giorni di tonnellate di rifiuti, si è creata una grande quantità di rifiuti storici (sei milioni di tonnellate di “ecoballe”), che deve ancora essere smaltita, operazione che richiederà un periodo di circa quindici anni. Purtroppo le inadempienze rilevate risalgono già al 2007 quando  la Commissione aveva proposto un ricorso per inadempimento contro l’Italia, imputandole la mancata creazione, nella Regione, di una rete adeguata di impianti per lo smaltimento. La Corte sottolinea anche che, le notevoli carenze nella capacità della regione di smaltire i propri rifiuti, possono compromettere tutta la rete nazionale di impianti di smaltimento e la capacità dell’Italia di raggiungere l’obiettivo richiesto dell’autosufficienza nazionale dello smaltimento dei rifiuti.

 

Da: http://www.ansa.it/

Bruxelles, 15 luglio 2015

Novità per le  etichette energetiche.

La Commissione Ue intende semplificare il modello dell’etichetta energetica per frigo, lavatrici e tv. Si indicherebbero solo le classi dalla A alla G alle quali corrispondono una serie di colori. La proposta è arrivata nell’ambito del primo pacchetto di misure dell'esecutivo Ue per centrare i target sul fronte 'clima-energia' per il 2030: si sta così ridisegnando il sistema delle reti elettriche europee in funzione delle rinnovabili nell’ambito di una comunicazione dedicata ad un 'New Deal' dei consumatori, che prevede piu' trasparenza su costi e offerte.

I vecchi apparecchi verranno venduti senza cambiamenti,  mentre i nuovi  verranno adeguati e saranno registrati dai produttori, per consentire alle autorità competenti di effettuare le appropriate verifiche, su un apposito database.  Secondo la Commissione tutto ciò porterà vantaggi a produttori e distributori, che con le nuove regole avranno un maggiore incasso di 10 miliardi di euro l'anno.

 

Da: http://www.ansa.it/

Bruxelles,15 luglio 2015

Arriva nell’Ue il petrolio dell’Iran.

Secondo l’Ue  e precisamente per  il commissario europeo all'energia, Miguel Arias Canete, l’arrivo del petrolio dall’Iran sul mercato Ue  "avrà un impatto positivo sulla moderazione dei prezzi".            

 

Da: http://www.reteambiente.it/

Direttiva Ue sull’efficienza energetica.

Nella GUUE del 11 luglio 2015 è stato pubblicato il provvedimento  2015/1127/UE che  costituisce il fattore di correzione di clima (Ccf) che gli Stati membri dovrebbero utilizzare, dal 31 luglio 2016, per calcolare l'efficienza energetica dell'incenerimento dei rifiuti solidi urbani.Il provvedimento, pubblicato nella GUUE del 11 luglio 2015, si integra a tal fine alla nota allegata alla voce R1 dell'allegato II (recupero) della direttiva 2008/98/CE.

L’obiettivo dell’Ue è quello di compensare l'influenza delle condizioni climatiche locali in rapporto alla quantità di energia utilizzata e prodotto da inceneritori. Il fattore di correzione di clima (Ccf) cambia a seconda che l'impianto di incenerimento sia stato autorizzato prima o dopo il 31 agosto 2015.

 

 **********

  

16 luglio 2015

LA GRECIA NEL CONFRONTO CON L’EUROPA

A cura di Caterina Aloi, Redazione Foroeuropa

 

La schiacciante vittoria del no al referendum in Grecia con oltre il 61% ha disorientato l’Europa. Il Premier greco Alexis Tsipras ha fin da subito precisato che questo non avrebbe segnato una rottura con l'Europa, che l'austerità aveva fallito e che avrebbe cercato un accordo per portare  la Grecia "fuori dalla crisi".

Nonostante la vittoria il Ministro delle Finanze Varoufakis, da molti osteggiato, ha rassegnato le sue dimissioni per non ostacolare le trattative ed aiutare il premier nel suo tentativo di arrivare ad una intesa con l'Eurogruppo. Al suo posto Tsakalatos, nuovo Ministro delle Finanze, economista e membro del comitato centrale di Syriza.

Arrivata sull'orlo del baratro, l'Eurozona è riuscita, nel corso di una drammatica notte di negoziati, ad evitare il rischio di avviare, con l’uscita della Grecia dall’euro, una reazione a catena che avrebbe potuto portare alla sua implosione. Le tensioni e la perdita di fiducia tra i partners che hanno accompagnato queste ultime settimane ed ore di negoziati tra Atene e Bruxelles hanno scosso le fondamenta stesse della costruzione europea.

All'indomani del drammatico Eurosummit che gli ha concesso 5 giorni per evitare la bancarotta, il Premier greco difende la sua linea. Incassa il gelo di Jean Claude Juncker e i durissimi attacchi di Manfred Weber, vicino ad Angela Merkel ma alla fine vince la sfida.

Per recuperare la fiducia dell’Europa, il Governo greco deve fare approvare entro tre giorni in Parlamento la riforma dell'Iva, l'abolizione delle baby pensioni, creare il 'Fiscal Council' previsto dal Fiscal Compact per controllare i bilanci. Entro pochi giorni devono passare anche l'adozione del Codice di procedura Civile e la direttiva di risoluzione delle banche (BRRD) che vieta l'intervento degli Stati nelle banche stesse. Nel medio termine deve prevedere misure più dure sul mercato del lavoro e 'depoliticizzare' la pubblica amministrazione, ovvero svuotarla dei membri di Syriza che ora la occupano. Tutte le riforme saranno monitorate dalla Troika, che torna ad Atene. 

Si provvederà alla creazione di un fondo dove confluiranno asset statali che saranno 'monetizzati' per generare 50 miliardi di euro che andranno a ripagare il debito Esm. Sono queste alcune delle condizioni imposte ad Atene per ottenere il terzo salvataggio da 82-86 miliardi. In cambio, si apre ad un 'riscadenzamento' del debito, ma solo quando saranno attuate tutte le richieste. Il Premier greco però deve anche far fronte ad un duro contrasto all’interno del suo partito, che lo accusa di non aver rispettato le posizioni iniziali e osteggia fortemente il passaggio delle riforme, costringendolo ad un rimpasto di governo.

 

**********

 

VARIE DI LUGLIO DALL'UE

A cura di Caterina Aloi, Redazione Foroeuropa

 

CORTE UE, OK A ESAME DI INTEGRAZIONE CIVICA PER RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE. 

La Corte di Giustizia Europea ha stabilito che i cittadini di Paesi Terzi, per poter effettuare un ricongiungimento familiare dovranno superare un esame di integrazione civica.

Si tratta di acquisire le nozioni minime sulla lingua e sulla società dello Stato ospitante. Data la semplicità dell’esame esso non arrecherà pregiudizio all'obbligo di ricongiungimento previsto dalle norme europee. Lo scopo è quello di facilitare l’integrazione senza ledere alcun diritto.

Questo si lega con quanto stabilito dalla Corte Ue con la sentenza del 4 giugno 2015 secondo cui gli Stati membri possono imporre ai cittadini di Paesi terzi, che siano soggiornanti di lungo periodo, l'obbligo di superare un esame di integrazione civica come abbiamo già dato notizia nelle news di giugno.

Fonte: www.ansa.it

 

UNGHERIA, APPROVATO MURO ANTI-IMMIGRATI

Approvata dal Parlamento la legge che prevede l’espulsione degli immigrati dall’Ungheria e la costruzione di una barriera di filo spinato al confine con la Serbia in risposta al numero record di migranti e rifugiati che hanno raggiunto il Paese quest'anno (circa 67 mila).

La legge limita il diritto d'asilo nel Paese Ue. Le nuove regole, fortemente criticate dall'agenzia Onu per i rifugiati, permetteranno alle autorità di cancellare le richieste d'asilo, se i richiedenti lasceranno la loro residenza designata in Ungheria per più di 48 ore senza autorizzazione.

Fonte: www.ansa.it

 

MERCATO UNICO DELLE COMUNICAZIONI. NEL 2017 VERRANNO ABOLITE LE TARIFFE DI ROAMING QUANDO SI VIAGGIA NELL’UE. 

Grazie all’accordo, raggiunto tra il Parlamento europeo e il Consiglio sulla proposta della Commissione UE, sul mercato unico delle telecomunicazioni il 15 giungo 2017 le tariffe roaming saranno abolite. Per le chiamate, gli SMS e la trasmissione dati gli utenti di telefonia mobile pagheranno ovunque gli stessi prezzi quando sono in viaggio nell’UE.

Dall’aprile 2016 il roaming diventerà più economico: gli operatori potranno addebitare solo un piccolo sovrapprezzo fino ad un massimo di € 0,05 al minuto per le chiamate in uscita, a € 0,02 per gli SMS inviati e a € 0,05 per MB di dati (IVA esclusa). Queste tariffe massime di roaming sono del 75% più economiche rispetto agli attuali massimali tariffari per le chiamate in uscita e il traffico dati.

L'accordo sancisce per la prima volta nella normativa UE il principio della neutralità di internet: gli utenti saranno liberi di accedere ai contenuti di loro scelta e non saranno più bloccati o rallentati nella navigazione.

Fonte: Commissione Europea

http://ec.europa.eu/italy/news/2015/20150630_accordo_tariffe_roaming_it.htm 

 

FONDI UE PIÙ RAPIDI AI PAESI CHE INVESTONO NEI GIOVANI

L'obiettivo delle nuove regole adottate dalla Commissione europea applicabili ai progetti finanziabili con i fondi di Iniziativa giovani (Yei) e del Fondo sociale europeo (Fse) è quello si semplificare la burocrazia e velocizzare i rimborsi per chi investe in questo settore.

La dotazione complessiva dell'iniziativa per l'occupazione giovanile ammonta a 6,4 miliardi di euro per il periodo 2014-2020 e viene attuata conformemente alla normativa del Fondo sociale europeo.
Le nuove regole seguono il pagamento di un miliardo di euro in prefinanziamento dell'Iniziativa per i giovani a beneficio di 650 mila ragazzi e il potenziamento dell'Alleanza europea per l'apprendistato con l'impegno di grandi aziende leader in Europa di creare 140 mila nuovi apprendistati e opportunità di formazione per i giovani.

Fonte: www.ansa.it

 

L’UE APPROVA AIUTI PER LE ALLUVIONI A ITALIA, ROMANIA E BULGARIA CON 66,5 MLN

Il Parlamento Europeo ha approvato la proposta della Commissione europea di ricorrere al Fondo europeo di solidarietà (con 667 voti a favore-31 contrari-11 astensioni) per compensare parte delle misure di emergenza e dei danni delle alluvioni del 2014.

La cifra più sostanziosa va all'Italia con 56 milioni, segue la Romania con quasi 8,5 milioni e infine la Bulgaria con circa 2 milioni.

I fondi aiuteranno in particolare a ripristinare infrastrutture e servizi vitali, a rimborsare le operazioni di soccorso e salvataggio e a coprire alcune delle spese per ripulire le aree danneggiate nelle regioni colpite dal disastro.

Fonte: www.ansa.it 


*********

 

Ambiente, Clima ed Energia per l’UE

A cura di Federica De Rose, Redazione di Foroeuropa

 

Da: http://www.rinnovabili.it 

9 luglio 2015

Aree marginali per le coltivazioni bioenergetiche.

Novità interessanti riportate da “Materia Rinnovabile”, bimestrale edito da Edizioni Ambiente, magazine interamente dedicato alla bioeconomia e all’economia circolare. Si tratta di sfruttare le aree marginali (cave e miniere a cielo aperto esaurite, discariche e aree industriali dismesse inadatte all’uso agricolo tradizionale) per le coltivazioni bioenergetiche, facendo così fronte a più del 3% del fabbisogno energetico nazionale. I vantaggi sarebbero diversi:

-riqualificare (dando quindi opportunità di sviluppo) aree abbandonate e degradate;

-utilizzare piante a semina autunnale capaci di svilupparsi in condizioni di scarso apporto idrico, diminuendo così drasticamente la quantità di acqua utilizzata;

-recuperare quegli scarti diffusi disponibili nel settore agricolo (potature), forestale (residui forestali) e nell’agroindustria (gusci e sanse), che spesso rimangono inutilizzati o distrutti impropriamente.

 

Da: http://www.ansa.it/ 

Strasburgo, 8 luglio 2015

Emissioni: approvato il provvedimento “riserva di stabilità”.

L’Europarlamento ha approvato il provvedimento per il quale a partire dal 2019 entrerà in vigore “la riserva di stabilità”, che affronterà il problema dell'eccedenza di quote di emissioni, stimato in oltre 2 miliardi, regolando automaticamente le quote da mettere all'asta. L’obiettivo è ridurre del 40% le emissioni di CO2 entro il 2030. Per Bruxelles si tratta del primo passo per riformare l'Ets, nato con lo scopo di incentivare le industrie ad inquinare di meno.

 

Da: http://www.greenews 

6 luglio 2015

“Occhio” alle ondate di calore nel Mediterraneo…

Recentemente un gruppo di ricercatori del Consiglio Nazionale delle Ricerche insieme con Isac e Igg, ha pubblicato sulla rivista Geophysical Research Letters della American Geophysical Union gli ultimi studi sul cambiamento climatico, basati su parametri climatici quali la temperatura, la precipitazione e le loro variabilità. La scoperta è stata che il cambiamento climatico non è uguale in tutte le aree della Terra: vi sono ‘punti caldi’ (“hot spot”), cioè aree che si stanno riscaldando più rapidamente di altre. Da ciò derivano variazioni importanti nei valori medi e nella variabilità inter-annuale di temperatura e precipitazione. Nel bacino del Mediterraneo, in particolare, la temperatura media estiva è cresciuta di circa un grado negli ultimi cinquant’anni, parallelamente all’aumento del rischio di onde di calore estive”.

 

Da: http://www.ansa.it/ 

Bruxelles, 1 luglio 2015

Aggiornamenti sugli accordi per il gas.

A Vienna il nuovo trilaterale Russia-Ucraina sul gas è apparso piuttosto deludente, visto che non c’è stato un accordo su un nuovo pacchetto invernale per le forniture dalla Russia all'Ucraina Ue. Nonostante ciò, secondo il vicepresidente della Commissione Ue Maros Sefcovic,  non ci sono rischi per gli approvigionamenti, ma ancora bisogna risolvere le questioni della definizione del prezzo e in particolare il rinnovo dello sconto sui dazi, la definizione dei volumi e la conferma della natura legale dell'intesa e l'assicurazione dei finanziamenti all'Ucraina perché possa pagare la Russia. Si spera in un accordo per settembre.

 

Da: http://bio.uniroma2.it/ 

30 giugno 2015

Mutazioni genetiche potrebbero salvare le barriere coralline…

Un gruppo di ricercatori dell’Università del Texas ad Austin, che firmano un articolo pubblicato su sciencemag.org, ha scoperto che alcune popolazioni di corallo si stanno adattando al cambiamento climatico. Lo sbiancamento dei coralli (quindi la loro morte) è causato dalle alte temperature, che uccidono le  alghe simbiotiche, le zooxantelle, con cui i coralli hanno stretto rapporti metabolici, ma sembra che alcune popolazioni di corallo possiedano varianti genetiche che permettono di tollerare l’aumento delle temperature marine. “Dopo aver determinato il profilo di espressione genica nei diversi coralli, i ricercatori sono riusciti a identificare delle differenze che sembrano riguardare proprio la tolleranza al calore, che sarebbe quindi una caratteristica ereditabile” “…trasferendo alcune larve di questi mutanti nelle zone più colpite dal fenomeno dello sbiancamento, si potrebbe contribuire al salvataggio delle barriere coralline”.

 

Da: http://www.greenews 

29 giugno 2015

Spazio: satellite europeo per monitorare l’ambiente.

Intorno al pianeta Terra è in orbita già da un anno il satellite “Sentinel-1”, che cattura e invia immagini dei cambiamenti ambientali del nostro pianeta; quest’anno è partito dalla stazione spaziale europea nella Guiana francese, il satellite “Sentinel-2”, che ha caratteristiche tecnologiche ancora più sofisticate. I dati di “Sentinel -2 “ possono aiutare gli agricoltori nella sorveglianza dei cambiamenti della vegetazione e delle colture durante il periodo vegetativo; possono contribuire anche al monitoraggio delle foreste, fornendo dati  sullo stato della vegetazione, (per esempio sulla superficie fogliare e quindi sulla attività di fotosintesi e sugli indici relativi al contenuto d’acqua della vegetazione). “Sentinel” monitora l’inquinamento di fiumi, dei laghi e delle coste. Utilissimo per la prevenzione dei disastri ambientali e nella risposta alle emergenze. Praticamente si è rivelato strumento fondamentale per capire “com’è fatta la Terra” e per aiutare lo sviluppo delle politiche in vari settori, come quello ambientale e quello agro-alimentare, rappresentando un grande  impatto in termini economici e di occupazione. Pensiamo, per esempio, in un prossimo futuro, alla creazione di nuovi prodotti e servizi in Europa, come applicazione web o App, che metteranno a disposizione gratuitamente i dati raccolti dal satellite.

 

 *********

 

(Le ultime di giugno)

Agricoltura, Alimenti, Ambiente, Clima e Cultura 

A cura di Federica De Rose, Redazione di Foroeuropa 

 

Fonte: http://www.alternativasostenibile.it/

Parassiti “alieni” favoriti dai cambiamenti climatici.

Parassiti provenienti da altri continenti con cui l’Italia ha intensi scambi commerciali hanno trovato un habitat favorevole a causa dei cambiamenti climatici, dalla Drosophila suzukii alla Aetina Tumida, dalla Tristeza alla Xylella. Questi non solo causano problemi alla nostra salute, ma hanno già portato circa 1 miliardo di danni alle coltivazioni autoctone italiane. In occasione degli "Stati Generali sui cambiamenti climatici e sulla difesa del territorio", la Coldiretti ci ha dato questa bella notizia… In particolare pericolo sono le coltivazioni nostrane dell’olivo, del castagno, del pomodoro, degli agrumi, del miele, che già hanno subito pesanti ridimensionamenti produttivi. Un po’ di ottimismo ci viene dal decreto legge agricoltura secondo il quale alcune fitopatie possono essere dichiarate così gravi da creare “lo stato di calamità ai sensi delle norme sul fondo di solidarietà nazionale con misure di sostegno in favore degli imprenditori agricoli colpiti" (come  ha affermato il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo). Vien da sé, secondo il presidente, "l'importanza di agire nella prevenzione con la ricerca e il contrasto ai cambiamenti climatici promuovendo modelli di produzione consumo piu' sostenibili".

 

Fonte: http://en.unesco.org/

Bonn, 28 Giugno 2015

Attacchi Isis: Patrimonio mondiale in pericolo…(Ma come proteggerlo?).

In occasione della sessione del Comitato del Patrimonio Mondiale, aperta a Bonn, in Germania fino all’8 luglio è stato lanciato un appello alla comunità internazionale per contrastare la nuova minaccia di estremismo violento. Diverse le autorità che hanno preso posizione contro gli attacchi  al Patrimonio da parte delle organizzazioni terroristiche: via video il cancelliere tedesco Angela Merkel ha parlato dell'importanza del patrimonio per la comprensione delle nostre culture; il Direttore Generale dell'UNESCO, Irina Bokova sottolinea la gravità degli attacchi in Siria, Iraq, Libia e Yemen; il Presidente della sessione Maria Böhmer, Ministro di Stato presso il Ministero degli Esteri tedesco e membro del Bundestag, ha detto che "la furia delle organizzazioni terroristiche come l’ ISIS in Iraq supera la nostra immaginazione. Il Patrimonio mondiale è il fondamento dell'esistenza e della coesione del popolo [...]. E ' fonte di identità sociale "; Hao Ping, Presidente della Conferenza Generale dell'UNESCO, e Mohamed Sameh Amr, presidente del comitato esecutivo dell'Organizzazione, si sono uniti  all'impegno dell'UNESCO di proteggere i siti in pericolo.(D’accordo, ma come  fare?)

 

Fonte: http://www.politicheagricole.it

28 giugno 2015

L’Italia chiede alla Commissione Ue un intervento per il nostro latte.

Il Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Maurizio Martina prende posizione in merito alla diffida da parte della Commissione europea sulla fine del divieto di detenzione e utilizzo di latte in polvere. Il Ministro sottolinea che non sono interessati da “questa vicenda” i nostri grandi formaggi Dop, per i quali non sarà mai possibile l'utilizzo di materie prime diverse da quelle previste dai disciplinari; nello stesso tempo sostiene che l’obiettivo è ottenere dalla Commissione interventi più approfonditi sull'etichettatura del latte, “che sappia rispondere meglio alle esigenze dei nostri produttori soprattutto dopo la fine del regime delle quote”.

 

Fonte: http://www.alternativasostenibile.it/

24 Giugno 2015

La geotermia, energia green….

Si ormai è conclusa la settimana di Fuori Expo2015 a Milano dedicata a "Volterra e il cuore caldo di Toscana: dagli Etruschi alla Geotermia", fortemente voluta e sostenuta da CoSviG (Consorzio per lo Sviluppo delle Aree Geotermiche).

Wikipedia definisce cosi l'energia geotermica: “l'energia generata per mezzo di fonti geologiche di calore e può essere considerata una forma di energia alternativa e rinnovabile. Si basa sui principi della geotermia ovvero sullo sfruttamento del calore naturale della Terra (gradiente geotermico) dovuto all'energia termica.

 

Fonte: http://www.minambiente.it

23 giugno 2015

Il Sottosegretario del Ministero dell’Ambiente Silvia Velo incontra i rappresentanti delle Aree Marine Protette.

Dopo l’incontro  con i rappresentanti delle Aree Marine Protette il sottosegretario ha sottolineato che “l’obiettivo comune è quello di valorizzare sempre di più la risorsa mare, sia dal punto di vista della salvaguardia e della tutela, sia come uno strumento capace di creare ulteriori occasioni di sviluppo in chiave sostenibile di tutte le attività che operano nel settore”.  Le attività del Ministero, ovviamente, sono in linea con le attività connesse alla Direttiva Europea sulla Strategia Marina.

 

Fonte: http://www.alternativasostenibile.it/

19 Giugno 2015

Il governo Renzi e i cambiamenti climatici.

La "Coalizione italiana Parigi 2015: mobilitiamoci per il clima" chiede che il governo italiano prenda un chiaro impegno su cinque azioni fondamentali per il clima:

1- Approvare prima della Conferenza di Parigi una strategia per il clima

2- Realizzare con scelte concrete la just transition verso un'economia “low carbon”

3 -Stop ai sussidi alle fonti fossili e alle trivellazioni di petrolio e gas

4 -Adattamento del territorio ai cambiamenti climatici

5- Sviluppo sostenibile nel mondo, a partire dal MediterraneoI

Il governo Renzi ha convocato per il 22 giugno gli Stati generali sui cambiamenti climatici, tema importantissimo nell’agenda politica internazionale. Ci auguriamo che gli Stati generali siano per l’Italia lo starting  verso una economia cosiddetta “low carbon”, visto che la nostra economia fino ad oggi ha puntato sulle trivellazioni di petrolio e gas e alla riprivatizzazione dell'acqua, portando così l’Italia, rispetto al resto degli Stati membri, ad avere il triste primato di non presentare significativi obiettivi circa la riduzione delle emissioni di gas serra.