NEWS DI GIUGNO 2015

 

LA CHIESA E GLI OGM

Il Cardinale Peter K.A. Turkson è intervenuto in occasione della presentazione del libro Terra e Cibo del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace e si è soffermato sul tema OGM individuando nella dimensione etica il limite invalicabile di qualsiasi azione che possa mettere in pericolo la salute delle persone, degli animali o la salubrità dell'ambiente. La ricerca è sempre positiva quando è finalizzata a realizzare qualcosa di buono per la collettività. Ma quando sussiste un dubbio, la scienza deve attivarsi per risolverlo.

Fonte: Coldiretti

 

*********

 

VARIE SULL’AMBIENTE

A cura di Federica De Rose, Redazione di Foroeuropa

Fonte: http://www.tuttogreen.it/

18 giugno

Ancora su "Laudato si’’, l’Enciclica di Papa Francesco sull’ambiente che Foroeuropa può vantarsi di aver pubblicato in anteprima in questo numero 2/15 in “Documentazione”, dandone notizia immediata anche nella sua pagina Facebook.

Come si evince dal testo ivi consultabile, con centonovantuno pagine, suddivise in sei capitoli, il Papa usa toni duri anche contro l’atteggiamento antropocentrico nei confronti della natura. Papa Francesco ci ricorda che  la Terra non appartiene all’uomo, che quindi non è  autorizzato a “saccheggiarla”. Sarebbe banale commentare:...meglio tardi che mai!...ripensando a quanto siano state timide le esortazioni a rispettare l’ambiente dei pontefici precedenti.

Il Papa inoltre coglie con sensibilità e intelligenza non comuni la associazione cambiamenti climatici e migrazioni di massa.

“…Quando parliamo di “ambiente” facciamo riferimento anche a una particolare relazione: quella tra la natura e la società che la abita. Questo ci impedisce di considerare la natura come qualcosa di separato da noi o come una mera cornice della nostra vita...”.

 

Fonte: http://www.alternativasostenibile.it

Bruxelles,18 giugno

Programma Med: presentati a Bruxelles i risultati dell’efficienza energetica.

A Bruxelles il 18 giugno si terrà il workshop ‘Innovation for renewable energy and energy efficiency solutions in Mediterranean regions and cities’, dove saranno presentati, nell'ambito della Settimana Europea dell'Energia Sostenibile 2015, i risultati dei progetti del Programma MED a sostegno dell’innovazione tecnologica. Sono 13 i Paesi grazie ai quali le regioni mediterranee hanno incrementato la loro capacità di utilizzare le fonti di energia rinnovabile e di utilizzare l’ energia con soluzioni innovative e sostenibili. Il workshop di Bruxelles sarà l'occasione per capire ciò che è stato realizzato per sostenere l'innovazione tecnologica e per l'armonizzazione delle normative; nello stesso tempo i paesi europei sono invitati a  discutere sulle future opportunità di finanziamento per le tecnologie alimentate con fonti energetiche rinnovabili, l'efficienza energetica e la mobilità sostenibile, contribuendo a rendere più efficiente l'Europa nell'utilizzo delle risorse. L'evento si rivolge a due target principali: gli utenti finali dei risultati progettuali, in particolare le PMI e cittadini, i rappresentanti delle amministrazioni locali mediterranee, le autorità pubbliche come potenziali moltiplicatori delle potenzialità di tali risultati.

 

Fonte: http://www.ansa.it

Bruxelles, 17 giugno

Obiettivo 2025 : riduzione rifiuti e uso risorse naturali.

Questo chiedono gli eurodeputati: entro la fine dell’anno, secondo la relatrice finlandese del provvedimento Sirpa Pietikainen, ci dobbiamo impegnare a “usare le risorse in maniera più efficiente e ridurre la nostra dipendenza, risparmiando anche sui costi dei materiali”. 56 sono stati i voti favorevoli al target di progettare in maniera 'intelligente' i prodotti, per poterli "riparare, riusare e riciclare". Fra le misure richieste figurano obiettivi di riciclo e preparazione al riuso di almeno il 70% dei rifiuti solidi e dell'80% per gli imballaggi per il 2030, limitare l'uso degli inceneritori ai rifiuti non riciclabili e non biodegradabili per il 2020, più una graduale riduzione, obbligatoria, di tutti i rifiuti che finiscono in discarica. Gli eurodeputati chiedono inoltre target obbligatori per aumentare l'efficienza nell'uso delle risorse naturali, del 30% a livello Ue per il 2030 rispetto al 2014, inclusi singoli obiettivi per ciascuno Stato membro.

 

Fonte: http://www.alternativasostenibile.it

USA, 17 Giugno

Michelle Obama all’Expo di Milano.

Michelle Obama sarà in Italia anche per recarsi ad Expo per parlare di lotta all'obesita' e cibo sano. Anche grazie all’azione di sensibilizzazione di Michelle Obama su un’alimentazione piu' attenta alla salute, le esportazioni negli Stati Uniti dei prodotti Made in Italy alla base della dieta mediterranea sono aumentate del 31 %. Ciò significa diffusione oltre oceano della dieta mediterranea in alternativa al fast food, esportazioni italiane di vino, olio, ortofrutta: 1,124 miliardi spesi per il vino, 391 milioni per l'olio di oliva, 224 milioni per alla pasta e 223 milioni tra ortofrutta fresca e conservata comprese passate, pelati e concentrato di pomodoro. Soddisfatto di questi risultati, a maggior ragione il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo dichiara guerra all’”italian sounding” (cioè l’uso di vari paesi di importare materia prima trasformandola e ricavandone prodotti che “spaccerà” come italiani senza lasciare traccia, attraverso un meccanismo che danneggia e il vero “Made in Italy”, visto che non esiste attualmente per tutti gli alimenti l'obbligo di indicare la provenienza in etichetta.

 

Fonte: http://www.alternativasostenibile.it

17 giugno

Imprese italiane green crescono…

Le aziende green italiane si pongono in una buona posizione rispetto al contesto della Green Economy europea. L’Italia si conferma il Paese a marginalità media più elevata; la performance borsistica da inizio anno delle 25 aziende dell'Indice VedoGreen Italia si attesta a +13%, con una capitalizzazione complessiva di 1,6 miliardi di euro. Questi sono i dati del report "GREEN ECONOMY ON CAPITAL MARKETS" giunto alla IV edizione presentato a Milano nell'ambito del GREEN INVESTOR DAY, giornata dell’incontro tra finanza innovativa e impresa green organizzato da VedoGreen (Gruppo IR Top) con il supporto di Borsa Italiana. Secondo uno studio realizzato su un campione di 91 società green quotate sui principali listini europei, di cui 25 quotate su Borsa Italiana "La Green Economy europea registra buoni fondamentali anche nel 2014, con una crescita importante sia in termini di fatturato (+12%) che di EBITDA (+12%). L'azienda green europea presenta ricavi medi pari a Euro 212 mln, un EBITDA margin del 23% e una capitalizzazione media pari a Euro 131 mln. In questo contesto l'Italia si distingue per tassi di crescita più elevati sia sui ricavi (+16%) che sulla marginalità (+14%) e come il Paese con l'EBITDA margine più elevato”.

 

Fonte: http://www.rinnovabili.it

17 giugno

Giornata mondiale Onu per la lotta alla desertificazione.

L’Onu chiama il mondo  a lottare contro la desertificazione, promuovendo la Convenzione contro la desertificazione (UNCCD), che significa  azzerare produzioni intensive  per un’agricoltura sostenibile .

Com’è ormai noto allevamenti intensivi, agricoltura industriale, OGM, sovrasfruttamento delle risorse idriche, deforestazione e approvvigionamento energetico insostenibile stanno trasformando la terra in un deserto totale. Secondo la FAO la domanda di cibo aumenterà del 60% entro il 2050, ma il mondo avrà bisogno di ulteriori 120 milioni di ettari di terreni agricoli per sostenere la produzione di cibo necessaria.

  

Fonte: http://www.ansa.it

Bruxelles, 16 giugno

Buone notizie sul consumo di energia da rinnovabili.

Sono 25 i Paesi in regola (fra cui l’Italia), cioè quelli che aiutano l’Ue a centrare il target  (2013-2014) del 20% di consumo complessivo di energia da rinnovabili per il 2020 e circa il 26% dell'elettricità ormai arriva da fonti verdi; indietro Olanda, Gran Bretagna e Lussemburgo. Questo emerge dall'ultimo rapporto pubblicato dalla Commissione europea, secondo cui la stima è che l'Ue nel 2014 sia arrivata a quota 15,3% di energia da rinnovabili, rispetto al 20% previsto per il 2020.

 

Fonte: http://www.politicheagricole.it

Lussemburgo,16 giugno

Novità sul regolamento in materia di agricoltura biologica.

Il Consiglio Agrifish ha raggiunto un accordo sulla proposta di regolamento in materia di agricoltura biologica. Il sottosegretario del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali  Giuseppe Castiglione riferisce le novità più importanti, quali la modifica del regime di importazione dei prodotti biologici (a cui l’Italia pone un’attenzione particolare): in futuro, cioè, i prodotti biologici potranno essere importati solo in regime di conformità con applicazione delle stesse norme produttive europee o da Paesi con i quali siano stati sottoscritti accordi di reciprocità. Tramite controlli annuali da parte delle aziende biologiche, viene garantita la trasparenza sul mercato internazionale.

Altra novità assoluta è l'introduzione della certificazione di gruppo, che garantisce un accesso più facile per le piccole aziende produttrici nel settore del biologico. Secondo il vice Ministro Andrea Olivero viene così garantita una maggiore tutela ai produttori europei rispetto alla concorrenza internazionale, e “allo stesso tempo i consumatori potranno contare su regole trasparenti e coerenti azioni di controllo”.

 

Fonte: http://www.alternativasostenibile.it

16 Giugno

Il drone italiano “Shark” per studiare l’Artico.

Due droni equipaggiati di foto e videocamere, sensori e campionatori, cattureranno e invieranno immagini, e dati ambientali dalle Isole Svalbard, in Norvegia.

Il Cnr (Issia-Cnr) utilizzerà droni nell’ambito della campagna scientifica (che parte sui fronti marini dei tre ghiacciai di Kronebreen, Kongsbreen e Conwaybree, situati nelle isole Svalbard in Norvegia) sui sistemi intelligenti. I ricercatori studieranno lo scambio termico tra mare e ghiaccio per ottenere informazioni e immagini inedite, con l’obiettivo di comprendere e prevedere con maggiore precisione i cambiamenti climatici. L’utilizzo di  veicoli robotici è anche un sistema per ovviare al rischio di lavorare in prossimità dei tre ghiacciai, dove è possibile un pericoloso distaccamento di grandi pezzi di ghiaccio. Il piccolo, ma sofisticato drone ,interamente progettato e sviluppato dalla unità operativa di Genova, è dotato di bussola e GPS, sistema di controllo automatico, radio per l’invio dei comandi e la ricezione di immagini e telemetria. “Shark” sarà assistito da un drone volante ad otto eliche, dotato di foto e videocamera con le quali potrà anche riprendere il fronte del ghiacciaio.

 

Fonte: http://www.ansa.it

Lussemburgo, 15 giugno

Clima: Bilancio europeo deludente.

La scorsa settimana a Bonn la sessione dei negoziati Onu sul clima ha evidenziato la preoccupazione dei 28 ministri europei per il ritmo dei progressi, in vista di Parigi. L’obiettivo, secondo Canete, il commissario europeo per energia e clima, è coinvolgere sempre più Paesi nel taglio della CO2. "A Parigi bisogna arrivare ad un accordo: o lo facciamo o non riusciremo ad avere un'altra occasione" ha avvertito il commissario europeo per energia e clima. Lo segue il ministro dell'ambiente lettone Kaspar Gherards, per la presidenza di turno dell'Ue.

 

Fonte: http://www.alternativasostenibile.it

15 Giugno 2015

Wind day: giornata del vento.

Oggi tutto il mondo oggi festeggia l'eolico con il Wind Day, ma l'Italia non ha di cui gioire… Non sembra esserci speranza per i progetti off-shore: Legambiente evidenzia lo stop all'eolico off-shore in Italia e invita Renzi a dare una svolta alle politiche per il clima. Sono 15 i progetti di impianti eolici per le coste italiane presentati in questi anni e sono tutti fermi. Secondo le direttive europee, il Piano di azione nazionale sulla promozione delle fonti rinnovabili prevedeva per gli impianti eolici off-shore un obiettivo crescente dai 100 MW che si sarebbero dovuti installare nel 2013 fino ad arrivare a 680 MW nel 2020. Diversamente da altri come la Francia, la Spagna e la Germania ,che hanno imposto procedure chiare e trasparenti per la gestione dei progetti, in Italia per gli impianti eolici off-shore non esistono regole per valutare i progetti, per escludere le aree da tutelare, per informare i cittadini, etc. Visto i reali problemi di autorizzazione da parte di enti locali, Regioni, Soprintendenze e ministero dei Beni culturali, anche in caso di valutazione d'impatto ambientale positiva, il  Consiglio dei Ministri dovrebbe dirimere i contrasti tra gli organi dello Stato. Legambiente ha messo in evidenza l'assurdità di togliere gli incentivi agli impianti eolici offshore visto come possono contribuire a fermare i cambiamenti climatici. Tra l’altro il governo ha lanciato l'appuntamento degli Stati Generali del Clima il 22 giugno e, visto il crollo delle installazioni dell'eolico a terra nel 2014 dopo il taglio degli incentivi (107MW installati a fronte di una media di 800 negli anni passati), guardando la crescita che questi impianti stanno avendo a livello europeo, (con oltre 8mila MW installati in 11 Paesi), se desse un segnale positivo alla crescita dell’eolico, farebbe una migliore figura con l’Europa.

 

Fonte: http://www.greenews.info

14 giugno

Promossi dalla Federparchi molti comuni italiani.

Secondo la Federparchi , (che ha chiuso domenica 14 giugno il suo ottavo congresso a Trezzo sull’Adda nell’ambito dell’International Parks Festival) sulla lista dei 447 comuni italiani che guadagnano il massimo dei voti per indice di qualità del paesaggio, ben 286 si trovano nei parchi, il 64% del totale. Nelle aree protette italiane, il consumo di suolo è attestato stabilmente attorno all’1% e questi dati non vedono variazioni negli anni. Purtroppo le coste italiane presentano consumo di suolo del 20%, registrando la cancellazione di aree naturali, di copertura verde, di sistemi di contenimento di frane e alluvioni oppure di boschi fondamentali per la produzione di ossigeno. I parchi italiani si confermano invece come le zone non solo meglio conservate ma soprattutto più in salute sulla totalità dei comuni italiani. (Questo risultato è stato elaborato sulla base del progetto europeo Corine Land Cover). L’accordo di partenariato per la nuova programmazione dell’Unione Europea 2014-2020 (che destina al nostro Paese circa 64 miliardi in 7 anni) cita espressamente le aree protette come strumenti fondamentali per perseguire gran parte dei suoi obiettivi di migliorare l’efficacia della spesa per uno sviluppo sostenibile, intelligente e duraturo. Tra i parchi nazionali, i più pregevoli dal punto di vista della qualità paesaggistica sono quelli dello Stelvio (voto 9,6 in una scala da 1 a 10), del Gran Paradiso (9,5) e Foreste Casentinesi (9,2).

 

Fonte: www.ansa.it  

Bruxelles, 12 giugno

Commissione Ue: Fondi europei ancora da usare per la Campania.

La Campania non ha ancora speso tutti i fondi europei a disposizione per la bonifica di terre inquinate, come la 'Terra dei fuochi'. Nonostante, crediamo, siano fondamentali per il recupero dei siti contaminati , compresa la 'Terra dei fuochi', la regione Campania ha usufruito solo di 8 mln dei 140 mln a disposizione per le bonifiche dei siti. La Commissione Europea riferisce che "sono attualmente in corso discussioni tra le autorità regionali campane e l'Unione europea in merito all'inclusione di misure potenziali per il recupero dei siti inquinati in questione nell'ambito del programma 2014-2020 per la Campania”.

 

Fonte: http://www.ansa.it

Strasburgo,11 giugno

Ok prolungamento Kyoto fino 2020.

Il Parlamento europeo dà l’ok al prolungamento dell'impegno del protocollo di Kyoto fino al 2020, il cosiddetto 'Kyoto 2' : con 584 voti a favore, 59 contrari e 8 astensioni l'Assemblea di Strasburgo ha approvato a larga maggioranza  'l'emendamento di Doha', che dovrà essere adottato ora dal Consiglio Ue e dagli Stati membri. Questo voto implica una riduzione del 20% della CO2 entro il 2020 rispetto al 1990, un obiettivo gia' fissato dall'Ue con il pacchetto clima-energia, molto importante nell'ambito dei negoziati Onu per la lotta contro i cambiamenti climatici.

 

Fonte:http://www.alternativasostenibile.it

10 Giugno

Curiosità fuori UE: Seattle-energia elettrica dal calore dei vulcani

Altarock Energy, con sede a Seattle, ha sviluppato uno spettacolare e nuovissimo metodo per estrarre calore dalla terra anche in assenza di giacimenti di "fluidi geotermici naturali", creandoli artificialmente. Più o meno succede che viene iniettata a pressione acqua fredda nella roccia calda in profondità in un processo definito di "stimolazione". “La contrazione termica della roccia apre reti di fratture pre-esistenti, permettendo all'acqua fredda di fluire attraverso il giacimento sotterraneo. L'acqua così riscaldata e il conseguente vapore formatosi, restituiscono l'energia termica dalle rocce in profondità alla superficie attraverso pozzi geotermici. Qui, il fluido caldo viene convogliato attraverso la centrale elettrica dove aziona una turbina e genera energia elettrica prima di essere ri-iniettato nel sottosuolo.”

Questa fonte nuova di energia offerta dal sistema EGS (Enhanced Geothermal Systems) sarebbe indipendente dai mercati esteri ed economicamente sostenibile, e potenzialmente fornirebbe fino al 10% del fabbisogno energetico degli Stati Uniti. Inevitabilmente è prevista attività micro-sismica, ma la società garantisce che” rimarrebbe molto al di sotto della soglia di ciò che può essere avvertito da una persona e tanto meno causare alcun danno superficiale”.

 

Fonte: http://bio.uniroma2.it/

Cambridge, 9 giugno

Prima mappa dei virus dell’influenza

Presso l’Università di Cambridge il gruppo di ricercatori internazionali guidato dal professor Colin Russell ha scoperto che la diffusione dei virus dipende dalla loro capacità di “camuffarsi” per sfuggire al sistema immunitario.

Lo studio si è concentrato su quattro diversi tipi di virus molto comuni, evidenziando che quelli che si evolvono più frequentemente, come il tipo H3N2, “preferiscono” viaggiare in aereo, colpendo più facilmente gli adulti, che viaggiano più dei bambini. Al contrario, i tipi A/H1N1 e B colpiscono più spesso i bambini e tendono a restare  “ a terra”, fra una stagione influenzale e l’altra.

 

Fonte: http://bio.uniroma2.it/

8 giugno

Il cervello in linea con il sistema immunitario…

Per coloro in particolare che soffrono di autismo, Alzheimer e sclerosi multipla la scoperta che il cervello sarebbe collegato al sistema immunitario tramite dei vasi linfatici è un’importante novità. Tutto ciò emerge da uno studio fatto sui topi, della University of Virginia School of Medicine.

 

Fonte: http://www.ansa.it

Buxelles, 3 giugno

Il 15% delle specie di uccelli e il 7,5% dei pesci marini rischiano l’estinzione…

Il commissario Ue all'ambiente, Karmenu Vella definisce “preoccupanti” i rapporti pubblicati dall'esecutivo Ue e prodotti da Unione mondiale della conservazione della natura (Iucn) e BirdLife International, in occasione della 'Settimana verde', evento che si è svolto a Bruxelles dedicato a natura e biodiversità. Rombo, dentice e salmone tra le specie più 'vulnerabili'. Attenzione anche sul 40,4% di squali e razze minacciati di estinzione; 'a rischio' anche specie una volta comuni come la cernia bruna (Epinephelus marginatus).Per quanto riguarda gli uccelli, decisamente minacciate risultano poi la pavoncella gregaria, lo zigolo dal collare e il chiurlottello, fra le 67 specie di uccelli considerati a rischio estinzione, sulle 533 esaminate (13%). "

 

Fonte: http://www.ansa.it

Bruxelles, 3 giugno

L’Ue : “concorso” per le città europee più “amiche dell'ambiente” .

Anche l’Italia concorre : nella categoria della 'capitale verde' per il 2018 gareggiano tutte le città sopra i centomila abitanti, mentre in quella della 'foglia verde europea' o 'european green leaf' (EGL), aperta per il 2016, potranno concorrere tutte quelle con una popolazione fra i ventimila e centomila abitanti. Con questa “gara” il commissario Ue all'ambiente, Karmenu Vella intende “incoraggiare le città a fare domanda e ad usare questa come un'occasione non solo per mettere in luce i propri risultati dal punto di vista ambientale, ma anche di pianificare un futuro sostenibile per i propri cittadini". Ecco i parametri di valutazione: contributo locale alla lotta contro i cambiamenti climatici; trasporti; aree verdi; rumore; produzione e gestione dei rifiuti; natura e biodiversità; aria; consumo di acqua; trattamento delle acque reflue; ecoinnovazione e occupazione sostenibile; gestione ambientale delle autorità locali e prestazione energetica.

 

Fonte: http://www.alternativasostenibile.it

Ecoreati: nuove norme anche per le foreste

Il PEFC Italia, lo schema mondiale di certificazione per la gestione forestale sostenibile, invita le aziende che operano nel settore forestale a introdurre iniziative virtuose di tutela del patrimonio boschivo. È pur vero che i nuovi reati (disastro ambientale, inquinamento ambientale, traffico e abbandono di materiali ad alta radioattività, omessa bonifica, controllo impedito), introdotti il 22 maggio scorso all'interno della legge 68, anche se non sono pensati specificamente per boschi e foreste, sensibilizzano ” il mondo della filiera forestale”.  Infatti , secondo il segretario generale della PEFC Antonio Brunori, “il mondo della filiera forestale deve cogliere questa come un'opportunità per crescere e adottare politiche virtuose di contrasto a comportamenti criminali.” Adottare le buone pratiche, come la certificazione forestale,  produrrebbe vantaggi anche economici, perché “aumenterebbe il valore aggiunto dei prodotti sul mercato, e ambientali, aiuterebbe a gestire attivamente vaste aree, riducendo i rischi di dissesto idrogeologico”.

La norma della certificazione forestale contro l’illegalità e l’azione del crimine organizzato  è una garanzia a tutela di vasti ecosistemi forestali e si affianca alla Timber Regulation , la normativa europea sul contrasto del legno illegale.

 

********** 

 

VARIE DI GIUGNO DALL’UE

A cura di Caterina Aloi, Redazione Foroeuropa

 

OK DELLA CAMERA ALLA RATIFICA DELLA CONVENZIONE SULL’ASSISTENZA GIUDIZIARIA PENALE FRA GLI STATI MEMBRI DELL’UE.

La Camera ha approvato il 3 giugno 2015 il testo della proposta di legge di ratifica ed esecuzione della Convenzione relativa all'assistenza giudiziaria in materia penale tra gli Stati membri dell'Unione europea del 29 maggio 2000.

Con l'Italia in netto ritardo come la Grecia, la Croazia e l’Irlanda: la Convenzione, infatti, è in vigore dal 2005 ed è stata già ratificata da 24 Stati.

Questo consentirebbe un’assistenza giudiziaria garantita anche per l’applicazione di sanzioni amministrative e l’utilizzo ad ampio raggio delle informazioni trasmesse dalle autorità straniere. Con conseguente rafforzamento del dialogo diretto tra le autorità giudiziarie degli Stati membri, per esempio per le rogatorie.

Si da quindi delega al Governo per la sua attuazione nonché per la riforma del Libro XI del codice di procedura penale con relativa modifica delle disposizioni in materia di estradizione per l'estero in particolare il termine per la consegna e la durata massima delle misure coercitive.

Fonte: www.camera.it, www.quotidianodiritto.ilsole24ore.com

 

STOP ALLE ETICHETTE NON COERENTI CON LA LISTA DEGLI INGREDIENTI

Stretta sul packaging dei prodotti alimentari. L'etichettatura, infatti, non deve indurre il consumatore in errore suggerendo la presenza di un ingrediente che in realtà è assente. Lo ha stabilito la Corte Ue con la sentenza del 4 giugno 2015 chiarendo che l'elenco degli ingredienti, anche se esatto ed esaustivo, può essere inadeguato a correggere in maniera sufficiente l'impressione errata o equivoca risultante dall'etichettatura per esempio attraverso immagini che potrebbero indurre in inganno l’acquirente.

Fonte: www.quotidianodiritto.ilsole24ore.com

 

PARLAMENTO UE RICONOSCE 'FAMIGLIE GAY'

Il Parlamento europeo di Strasburgo ha approvato il 9 giugno a larga maggioranza un rapporto sull'uguaglianza di genere in Europa dove per la prima volta in maniera esplicita, parla di 'famiglie gay'. Nel testo si legge che “si prende atto dell'evolversi della definizione di famiglia”. Il Parlamento raccomanda che “le norme in quell'ambito (compresi i risvolti in ambito lavorativo come congedi ecc.) tengano in considerazione fenomeni come le famiglie monoparentali e l'omogenitorialità”.

Fonte: www.ansa.it

 

SÌ ALL'ESAME DI INTEGRAZIONE CIVICA PER I SOGGIORNANTI DI LUNGO PERIODO

La Corte Ue ha stabilito con la sentenza del 4 giugno 2015 che gli Stati membri possono imporre ai cittadini di Paesi terzi, che siano soggiornanti di lungo periodo, l'obbligo di superare un esame di integrazione civica. Tuttavia, le modalità non devono essere tali da compromettere la realizzazione degli obiettivi di integrazione perseguiti dalla direttiva 2003/109/CE.

Fonte: www.quotidianodiritto.ilsole24ore.com

 

 *********

 

VARIE: AMBIENTE ED ENERGIA

A cura di Federica De Rose, Redazione di Foroeuropa

Fonte: www.ansa.it

Bruxelles 1 giugno

Gas: trilaterale tecnico Ue-Russia-Ucraina

Continuiamo a seguire gli incontri trilaterali sul gas…La novità è che si terrà a Bruxelles un nuovo incontro Commissione Ue - Ucraina – Russia. L'obiettivo:  arrivare a un accordo entro fin mese sulle forniture (anche se l'accordo temporaneo sulle forniture tra Kiev e Mosca scade il 30 giugno). Ancora in discussione "i volumi minimi di gas" che Kiev dovrà acquistare da Gazprom e "le condizioni di finanziamento dell'Ucraina" per garantire alla Russia il pagamento di quanto dovuto. Il prezzo del gas "verrà concordato dalle società energetiche".

 

Fonte: http://www.greenews.info

26 maggio

L’aiuto dell’Ue nella spesa intelligente dei fondi.

Attraverso la “European Smart specialisation platform on energy” l’Ue si impegna ad aiutare le Regioni a spendere in maniera più efficace ed efficiente i fondi siglati UE. Il Commissario UE alle politiche regionali Corina Cretu ha ribadito che 38 miliardi di euro l’Ue, per il periodo 2014-2020, saranno investiti per “la strategia dell’Unione dell’Energia e il passaggio ad un’economia a basse emissioni di carbonio in tutti i settori“. L’Ue coordinerà infatti le attività nel campo energetico a livello nazionale, regionale e locale, incentivando in tal modo lo sviluppo sostenibile e la diffusione delle tecnologie innovative che tagliano le emissioni C02.

  

Fonte: bio.uniroma2.it/

21 maggio 2015

L’ecosistema planctonico: una ricchezza da conoscere

L’ecosistema planctonico è l’insieme degli organismi planctonici e di batteri e virus che popolano gli strati superficiali degli oceani e garantisce al pianeta metà di tutto l’ossigeno prodotto ogni anno dall’attività di fotosintesi. Dopo tre anni di raccolta di campioni sulla goletta “Tara” si è potuta tracciare la prima mappa globale degli organismi planctonici: si è scoperto che l’ecosistema è molto più vasto  e variegato di quanto precedentemente credessero gli scienziati.

 

Fonte: www.ansa.it

20 maggio

95% spiagge promosse: quest’anno l’Italia…un po’ meglio.

L’Ue anche quest’anno ha esaminato i siti balneabili e ne promuove il 95%: l’Italia sale a un sempre triste settimo posto (considerando che siamo una delle più belle penisole del mondo…). La top ten della qualità è guidata da Cipro, Lussemburgo e Malta. Seguono Grecia, Croazia e Germania, mentre ultima è l'Albania. Il commissario europeo all'ambiente Karmenu Vella  sostiene che l’Ue ha contribuito al miglioramento della qualità delle acque di balneazione: in Italia il 96,6% di tutte le spiagge balneabili rispetta gli standard obbligatori di qualità, con un aumento dei siti al top (4377 nel 2014 contro 4309 nel 2013) e un calo di quelli insufficienti (105 contro 135), che si concentrano fra Abruzzo, Campania, Calabria e Marche. Nel caso di laghi e fiumi, il 91,4% risultano in regola, con una crescita dell'eccellenza (555). Sei contro 497 i siti chiusi l'anno scorso, tutti in Lombardia.